Home Razze Cane delle Alpi Apuane: arriva il riconoscimento della razza

Cane delle Alpi Apuane: arriva il riconoscimento della razza

Cane delle Alpi Apuane: arriva il riconoscimento della razza
0
0

Il 27 maggio si terrà a Fara Gera d’Adda (siamo in provincia di Bergamo) il primo raduno di una razza, quella del Cane delle Alpi Apuane, per il riconoscimento ufficiale della razza e la stesura dello standard.

Il Cane delle Alpi Apuane

Le Alpi Apuane sono una catena di monti che si trova nel nord-ovest della Toscana. Questi monti fanno parte del Subappennino toscano e interessano il territorio delle provincie di Lucca, Massa-Carrara e La Spezia.

Il Cane delle Alpi Apuane (definito anche “pastore apuano”, “lupino apuano”, “lupo lunigianese” e “pastore nostrale”) è presente da sempre nei territori dell’alta Toscana e della Liguria, inserito principalmente come aiuto per i pastori, dunque come conduttore di ovini, caprini e bovini.

Il Cane delle Alpi Apuane discende direttamente dall’antico Pastore delle Alpi, progenitore di tutte le razze di cani da conduzione europei. Dopo aver rischiato l’estinzione, a causa della riduzione dell’attività pastorizia, si è nuovamente diffuso su tutto il comprensorio montuoso della Liguria Orientale e dell’Alta Toscana, prevalentemente nelle aree della Lunigiana e della Lucchesia, dove, appunto, si sono conservati gli antichi mestieri pastorali.

Il raduno

Dopo dieci anni di ricerche per salvaguardare e recuperare esemplari superstiti di Cane Delle Alpi Apuane, finalmente i rappresentanti del Club di questa razza, ancora non riconosciuta, hanno raggiunto la fase finale di questo percorso. Domenica 27 maggio si terrà a Fara Gera d’Adda (Bergamo) il primo raduno ufficiale di questi cani con l’obiettivo del riconoscimento ufficiale della razza e, dunque, l’inserimento nel Libro Genealogico Nazionale.

Una giuria composta da tre membri nominati dall’ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana) esaminerà tutti gli esemplari presenti, con lo scopo di verificare la consistenza e l’omogeneità della razza. Inoltre il loro compito sarà anche quello di individuare le caratteristiche morfologiche e caratteriali tipiche.

Dalla pagina del Club è partito un evento con un appello, perché se domenica 27 chi supporta questa razza non porterà un numero sufficiente di esemplari, tutto questo lavoro sarà stato inutile. Mancheranno i presupposti per il riconoscimento.
L’appello di Alessio Marocco, presidente dell’associazione di volontari che si sta occupando della richiesta di ammissione al Libro Genealogico nazionale: “Lancio un appello a tutti i possessori di cani. Iscrivetevi al raduno entro il 20 maggio. Potranno partecipare tutti i soggetti non sterilizzati, nati prima della fine di agosto 2017”.

Il motivo di tanta preoccupazione, per una bassa affluenza al raduno, deriva dal fatto che esiste una razza piemontese già riconosciuta e una veneta in corso di riconoscimento che presentano alcune somiglianze, ma anche molte differenze. L’ENCI ha ritenuto indispensabile fare un confronto e ha scelto un luogo neutro per farlo. Il confronto sarà visivo, ma verranno anche effettuati prelievi di sangue per analizzare il genoma delle tre popolazioni canine e verificare se si tratta realmente di razze diverse.

E’ chiaro che può risultare complicato per chi possiede un Cane delle Alpi Apuane e vive in quelle zone spostarsi fino in provincia di Bergamo, ma è indispensabile per raggiungere un’adeguata rappresentanza. Inoltre, i cani valutati positivamente in quella giornata saranno i primi nella storia della razza del Cane delle Alpi Apuane a ricevere il pedigree.

L’appello del Presiente del Club del Cane delle Alpi Apuane, Alessio Marocco

Ecco un Cane delle Alpi Apuane a lavoro

Il Cane delle Alpi Apuane

Ci limitiamo a presentare brevemente alcune delle caratteristiche elencate dal Club amante di questa razza, che verranno inserite nel Libro Genealogico Nazionale una volta riconosciuta la razza.

Aspetto generale
Il Cane delle Alpi Apuane è un cane di taglia media, rustico, forte, robusto ma non pesante. La struttura è armoniosa, ben proporzionata e solida. L’espressione è vigile e attenta.

Carattere e temperamento
Si tratta di un cane vivace, attento e sempre pronto ad entrare in azione. La sua spiccata attitudine alla conduzione del gregge è affiancata da una certa propensione alla vigilanza della proprietà e alla difesa del bestiame da piccoli predatori e da eventuali intrusi.
L’indole di questa razza è docile ed equilibrata: alcuni soggetti presentano una “naturale” diffidenza verso gli estranei tipica dei cani da pastore.

Il mantello
Il pelo di copertura è dritto e mediamente lungo, con un sottopelo denso e fitto. I colori ammessi sono merle, anche con bianco, nero, nero focato, fulvo, grigio.

Le proporzioni del Cane delle Alpi Apuane:
Altezza al garrese per i maschi: 60 cm.
Altezza al garrese per le femmine: 55 cm.
Tolleranza: 9 cm in più o in meno.

Conclusioni

Non ci resta che aspettare il 27 maggio per conoscere l’esito di dieci anni di lavoro volto al riconoscimento di questa antica razza nostrana.
Nell’attesa possiamo gustarci questo video pubblicato dal Presidente del Club in cui ci viene mostrato un Cane delle Alpi Apuane a lavoro sulle pecore massesi.

 

Foto: Facebook

Simona Ricci Simona Ricci si è laureata in Scienze della comunicazione all'Università La Sapienza di Roma, è giornalista pubblicista dal '99 e scrive su diversi giornali cartacei e online. Educatore e Riabilitatore Comportamentale. Dal 2013 è Presidente di Incluso il Cane – The Family Dog ASD e organizza seminari di cultura cinofila ed eventi sportivi in collaborazione con il Centro Cinofilo EssereCane.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *