Home Sapevi che Sono 5 i cuccioli di lupo romani e uno è disabile

Sono 5 i cuccioli di lupo romani e uno è disabile

Sono 5 i cuccioli di lupo romani e uno è disabile
0
0

A settembre la Lipu aveva annunciato la nascita di almeno due cuccioli di lupo nelle campagne romane. Un fatto storico che non accadeva da almeno un secolo. Qualche giorno fa la Onlus ha organizzato un evento per raccontare alcune novità su questa famiglia di lupi romani! I cuccioli sono 5, uno è disabile ma è, in tutto e per tutto, supportato dalla famiglia.

I lupi di Castel di Guido

I lupi si allontanano dai gruppi familiari di origine alla ricerca di territori di caccia e possibili compagni o compagne. Nell’articolo di settembre si raccontava che la coppia di lupi si era stabilita nelle campagne romane un paio di anni fa, proprio per questi motivi. Numa, un maschio di Canis lupus italicus di quattro anni, e Aurelia, una femmina di 3 anni, si sono incontrati un paio di anni fa in questi luoghi.
I due hanno deciso di vivere in una parte della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, tra Palidoro e Fiumicino e tra l’Aurelia e il mare. Il loro territorio si estende per circa 20 chilometri quadrati, ma forse anche di più.

Le novità

A settembre, come dicevamo, abbiamo saputo che Numa e Aurelia avevano avuto dei cuccioli, ma non si sapeva quanti fossero. La Lipu ha organizzato un incontro lo scorso 10 e 11 dicembre a cui sono stati invitati esperti, allevatori e istituzioni.
Nel corso dell’incontro è stata data la notizia che i cuccioli sono 5 e uno di loro è disabile. Il piccolo ha le zampe posteriori paralizzate e non si sa se per un trauma o per una malattia degenerativa del sistema nervoso.
Durante l’incontro è stato presentato uno dei video in cui è stato ripreso il cucciolo disabile. Il piccolo appare ben nutrito e in salute, segno che la famiglia se ne sta occupando di nutrendolo e proteggendolo.
L’inverno a cui ci stiamo affacciando sarà decisivo per la sua sopravvivenza e per quella dei suoi fratellini.

Le basi scientifiche

Questa storia bellissima è dettagliatamente raccontata attraverso documenti scientifici raccolti negli ultimi quattro anni e presentati nel corso dell’incontro. Foto, video, escrementi e tanto altro hanno permesso di scoprire alcune cose di questo branco. L’Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana nella sede di Rieti dovrà, attraverso analisi genetiche, sciogliere gli ultimi dubbi, come per esempio il sesso dei cuccioli.

Il video del cucciolo di lupo

tags:
Simona Ricci Simona Ricci si è laureata in Scienze della comunicazione all'Università La Sapienza di Roma, è giornalista pubblicista dal '99 e scrive su diversi giornali cartacei e online. Educatore e Riabilitatore Comportamentale. Dal 2013 è Presidente di Incluso il Cane – The Family Dog ASD e organizza seminari di cultura cinofila ed eventi sportivi in collaborazione con il Centro Cinofilo EssereCane.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *